qualcosa su di me lo puoi leggere

il gatto di gommapiuma ha i baffi di nailon

Filippo Gatti

Nel 2017 il mio numero è il 42. Papà, collezionista del tempo di oggetti per molti “inutili”, ossessionato dalla catalogazione, curioso compulsivo, Tetris e Space Invaders sono il punto di partenza.

Ho iniziato come tecnico informatico aspettando di andare a militare; mi sono ritrovato a girare l’Europa.

Tornato in Italia per lavorare in una compagnia aerea magica al punto che è sparita, ho deciso nel 2001 di scegliere la strada dell’imprenditoria co-fondando con un amico una società che mi ha accompagnato per 15 anni.

In questi 15 anni, dal 2001 al 2015, ho visto tutti i colori dell’arcobaleno con le sue sfumature, diverse forme e odori. Un’esperienza completa.

Così, nel 2016 ho deciso di iniziare tutto di nuovo. Ho intrapreso la strada della libera professione come consulente strategico creativo, mettendo a 40 anni suonati, in primo piano la mia passione per la tecnologia, il marketing, la grafica e l’arte.

Se vuoi sapere qualcosa di più ti suggerisco di leggere il mio profilo LinkedIn, ma avrai il meglio se parliamo, raccontiamo e ridiamo davanti ad un ottimo piatto cucinato bene con una una bottiglia di chinotto, di vino rosso o di Campari.

Ho smesso di scrivere sul mio blog (www.secondwatch.it), in cui vivevo con profondità alterna la mia passione per l’arte e Swatch.

Vorrei lavorare per le cose che mi piacciono … tra un ventennio, ci riuscirò. “Un Alieno per amico” sarà il mio primo libro.

Quando troverò l’immagine giusta questo sarà il suo posto.